Campo "Wild"

16.07.2020

In questa estate così particolare ed insolita abbiamo deciso di organizzare un campo estivo più "wild" in cui il contatto con la natura fosse ancora più intenso e ravvicinato.
Questi mesi di chiusura all'interno di 4 mura ci hanno fatto capire quanto sia importante vivere parte della nostra vita all'aperto; quanto tutti i nostri sensi urlino a gran voce il nostro bisogno di aria, di sole, di un cielo blu e dei suoni semplici della natura.
All'interno del Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini, nella valle Fioio c'è un meraviglioso pianoro carsico, la conca di Campo della Pietra, a 12 km dal delizioso paesino di Vallepietra. Un tappeto verde intenso sul quale mucche incuranti del nostro passaggio continuano a pascolare all'ombra dei faggi.
Questo incantevole posto ha fatto da scenario al nostro campo.
Posizionate le nostre tende nei pressi di una faggeta, cominciamo i preparativi per la cena .
I bambini sono alla loro prima esperienza di campeggio e sono entusiasti all'idea di vivere questa nuova avventura, corrono euforici, passando dalla ricerca delle fragoline di bosco alla raccolta della legna.
Davanti ad un fuoco scoppiettante e alla calda luce del tramonto ci gustiamo il nostro pasto. Una mandria di cavalli ci passa accanto per poi sparire nel bosco.
Dopo cena, alla luce delle nostre torce, facciamo una breve camminata e lontani dal fuoco, catalizzatore di attenzioni, alziamo il nostro sguardo al cielo e scopriamo una sensazionale volta di stelle...
Mentre noi fotografiamo la via lattea i bambini giocano a riconoscere le costellazioni.
È arrivata l'ora di andare a dormire, l'entusiasmo dei bambini è ancora alto, ma proprio ora l'inaspettato colpo di scena che
questo magico luogo decide di regalarci...l'ululato di lupi risuona forte più di una volta e per gran parte della notte. Emozione e meraviglia miste a spavento...
Le nostre tende ci aspettano e con loro la nostra prima notte in tenda.
La sveglia suona presto; pian piano il sole riconquista il suo spazio; bisogna smontare tutto e risalire in macchina: direzione Santuario della Santissima Trinità; meta di devoti, curiosi ed escursionisti, è a 14 km da Vallepietra.
La sua particolarità è quella di essere stato costruito alla base del Colle della Tagliata, la piccola chiesa é sovrastata dalla maestosità della rupe ma rimane lì orgogliosamente davanti a quel gigante.
Dopo pranzo riprendiamo la via del ritorno, ma c'è tempo per una sosta rinfrescante al laghetto di San Benedetto, a Subiaco.
In un'atmosfera fiabesca, la cascata si tuffa nel piccolo lago azzurro/ verde.
Il nostro campo estivo volge al termine, è stato breve ma intenso, siamo un po' stanchi ed impolverati ma negli occhi e nelle orecchie abbiamo impresse immagini e suoni che difficilmente dimenticheremo...