La piana di Campaegli

13.02.2021

La ciaspolata è diventata ormai un immancabile e attesissimo appuntamento.Quest'anno la nostra meta è stata la meravigliosa piana di Campaegli, una frazione di Cervara di Roma nel parco naturale dei Monti Simbruini.Il tempo non è stato dei migliori, raffiche di vento sferzante e nevicate hanno reso difficile la camminata ma al tempo stesso hanno creato un'atmosfera magica e fatata.

La mattina, a causa del forte vento, non è stato possibile raggiungere la piana, abbiamo quindi scelto di percorrere un sentiero più riparato che attraversava il bosco. Una piacevole passeggiata in un paesaggio veramente suggestivo, in cui alberi carichi di neve, hanno fatto da cornice al nostro cammino.La neve a tratti scendeva silenziosa, nel bosco il silenzio era rotto solo dal rumore delle ciaspole e dalle risate dei bambini.Terminata la nostra passeggiata nel bosco ci siamo gustati l'attesissimo pranzo in un ristorante del posto.Dopo la pausa, il miglioramento delle condizioni meteorologiche, ci ha permesso di raggiungere finalmente la piana.

Una distesa di un bianco candido attraversata dal sentiero scavato nella neve.

Un bianco interrotto da una pennellata di azzurro che piano piano si faceva largo tra le nuvole, un tocco di colore che squarcia una tela bianca.Il sentiero è ampio e di facile percorribilità e regala una vista a 365 gradi sulla piana ricoperta completamente dalla neve.

A fine giornata il sole ha finalmente fatto la sua comparsa e ci ha regalato un paesaggio completamente diverso dai colori caldi, la neve illuminata dal sole diventava brillante.La montagna, anche nelle giornate in cui tutto sembra andare per il peggio, riesce sempre a regalarti uno spettacolo meraviglioso ed emozionante.

E chissà che quest'anno non ci sia un altro appuntamento con la neve..